Verifica la disponibilità Verifica la disponibilità

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

 

CHIANCIANO TERME
La cittadina è nota soprattutto per i suoi Stabilimenti Termali, tra i più conosciuti ed antichi d' Italia, specializzati nella cura del fegato, estetica, bagni termali, benessere per il corpo e per la mente. Si sa per certo che il grande re etrusco Porsenna (VI sec. Avanti Cristo) venne alle terme chiancianesi come a privilegiata zona di fecondissimi ozi e cure proficue.
Chianciano ha origine etrusche e nel Museo Civico "Delle Acque" è possibile vedere i suoi numerosi reperti. Chianciano Terme si stende, dunque, per un arco a mezza luna in modo continuo dalle Terme al paese ed anche attorno all'antico nucleo si sono realizzate nuove strade, ville, pensioni, alberghi e bellissimi negozi. Questa posizione ad arco su di un andamento dolcemente collinare fa somigliare Chianciano ad un grande porto, emergente da un mare verde.


MONTEPULCIANO
Si innalza su un colle a 605 metri sul livello del mare e da esso si può spaziare sulle vallate e i territori di questo comune; il paesaggio è reso ancor più gradevole dalle coltivazioni di olivi e vigneti e dai molteplici aspetti naturali della zona come le colline cretose e i cipressi che modellano verticalmente il paesaggio. Dalla Torre del Palazzo rinascimentale del Comune si intravedono i Monti Sibillini e il Cimone e con tempo eccezionalmente chiaro il Gran Sasso d'Italia in Abruzzo. Abitato fin dal tempo degli Etruschi la sua organizzazione definitiva risale al XIII secolo, ricca di opere di grandi architetti del rinascimento e di colline che hanno reso famoso Montepulciano per i suo vino e olio.


PIENZA
Piccolo gioiello del Rinascimento nel cuore della Toscana, in provincia di Siena, al centro di una delle zone più belle d'Italia Conosciuta nell'alto medioevo con il nome di Corsignano fu una roccaforte senese celebre per essere stata menzionata in una novella di Giovanni Boccaccio. Secondo alcuni storici il suo nome deriva da Corsinianus, uno dei militari di Silla tra i quali venne diviso il territorio chiusino, altri invece fanno discendere i Piccolomini da un Bacco piccolomo alleato di Porsenna nella guerra mossa contro l'antica Roma. Gran parte della sua architettura più bella fu fatta realizzare proprio da Papa Pio II tra il 1459 ed il 1462 che chiamò a lavorare a Pienza uno degli architetti più famosi dell'epoca, Bernardo Rossellino, trasformando il borgo natale di Corsignano in una splendida cittadina rinascimentale, eccezionale esempio di architettura e urbanistica quattrocentesche. Pienza, dichiarata dall'Unesco patrimonio mondiale dell'umanità per l'importanza dei suoi monumenti e del suo assetto urbano, costituisce altresì, una meta ideale per un breve soggiorno, una vacanza rilassante fra cultura e gastronomia, al centro di un territorio per gran parte ancora incontaminato.


MONTALCINO
Dall'alto dei suoi 567 metri (ma la massima altitudine di 661 mt. è raggiunta nella sovrastante collina di Poggio Civitella, importante sito archeologico etrusco), il borgo domina tutta la campagna circostante, arroccato su un colle sul quale campeggia l'imponente Fortezza trecentesca dalle cui torri si gode uno splendido panorama: lo sguardo, nelle giornate limpide, può spaziare oltre i territori della Toscana meridionale, fino a lambire quelli del Lazio.Numerosi i castelli del territorio di Montalcino: tra tutti merita una menzione quello di Poggio alle Mura, di origine longobarda. E' coperto in gran parte da boschi e macchia mediterranea, mentre la campagna circostante è interessata alla coltivazione della vite, da cui si ricavano vini di alto pregio, ed alla produzione di olio extra vergine d'oliva e miele.Il moscadello è da credere che localmente si producesse quando queste uve si chiamavano apiana (uve delle api). Il primo luglio 1867 il montalcinese Clemente Santi (1795/1885) con il suo Moscadello, che oggi è uno dei vini doc di Montalcino, ottenne da una giuria internazionale ”Une Mention Honoreble”, all’esposizione agricola industriale di Parigi.


SAN QUIRICO D'ORCIA
Il paese e i suoi dintorni offrono una serie di sorprese impreviste e suggestive. La zona di San Quirico è senza dubbio una delle più affascinanti della Val d'Orcia, ricca di storia, di luoghi, monumenti, atmosfere che lasciano senza fiato. Percorsa da un turismo ancora molto selezionato, offre anche piccoli gioielli di ospitalità e gastronomia, in una gradevole atmosfera di cordialità, efficienza e semplicità che non si può fare a meno di apprezzare.
Da San Quirico si possono visitare il Monte Amiata, le Terme, i segni ancora vivi della via Francigena, il profilo maestoso di Radicofani col fantasma di Ghino di Tacco, la magia della Val d'Orcia col suo paesaggio segnato dalle ferite dei calanchi scavati nell'argilla, i segni di una civiltà artistica prolungata nei secoli dal tempo degli Etruschi al Rinascimento. San Quirico può essere la base per un rilassante soggiorno al centro di una zona che offre veramente l'occasione per ritrovare i luoghi antichi della memoria, per visitare città e paesi indimenticabili.


SAN CASCIANO
Il bacino idrotermale di San Casciano dei Bagni si estende per circa 300 ha. e vede emergere 42 sorgenti per una portata stimata intorno ai 60 lt./sec.. L'acqua termale fuoriesce ad una temperatura prossima ai 40 gradi e crea naturalmente piccoli invasi, cascatelle e luoghi dove molti turisti liberamente si soffermano. L'unica struttura realizzata per lo sfruttamento delle acque è lo stabilimento termale, dove negli ultimi venti anni sono state erogate cure balneoterapiche di tipo tradizionale.


BAGNO VIGNONI
Caratteristica di Bagno Vignoni, oltre alle sue acque termali, è la sua struttura, rimasta inalterata nel tempo, la piazza del paese infatti, non è come si può immaginare negli altri posti, ma è fatta di acqua bollente, che sgorga a 52°.
La vasca delle acque termali è infatti al centro della piazza, chiusa su tre lati da una cinta di mura alta circa un metro e mezzo, intorno alcuni edifici, realizzati da Bernardo Rossellino in onore a Pio II, ed il loggiato dove sostò Santa Caterina da Siena.

 
-----Copyright ©2007-2008 Podere Il Biancospino--- -----------------by Webeconomy - in-linea.it-----------
Privacy - C.F. CPN RFL 59A05 C608X
 
Presentazione Appartamenti Prezzi Dove siamo Centri Termali Dintorni